Alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito gli Allievi Marescialli del 16° corso Valore

Viterbo – Nei giorni 10 e 11 settembre 2013 sono affluiti alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito gli Allievi Marescialli, centoquarantacinque in tutto, del 16° corso “Valore”, i quali nei tre anni del ciclo formativo seguiranno i corsi di Laurea in “Scienze Organizzative e Gestionali” e in “Scienze Infermieristiche” ed affronteranno un impegnativo programma di attività militari, teoriche e pratiche, sia in sede che in aree e strutture addestrative.

La Scuola Sottufficiali, deputata alla formazione dei Marescialli dell’Esercito, fornirà loro una solida preparazione etico-militare, tecnico-professionale e un appropriato bagaglio culturale, in stretta collaborazione con le Università degli Studi della Tuscia di Viterbo e di Tor Vergata di Roma. Al termine del percorso formativo, i Marescialli saranno in grado di ricoprire l’incarico di Comandanti di plotone, organizzando ed impiegando un potenziale di risorse umane e materiali di elevatissimo livello.

Presso l’Istituto, oltre agli Allievi del 16° Corso “Valore” appena giunti, sono già presenti gli Allievi sia del 14° Corso “Patria”, i quali il prossimo 27 settembre, dopo aver superato l’esame di immissione in ruolo, riceveranno la nomina a Maresciallo, sia del 15° Corso “Ardire”, che hanno da qualche giorno iniziato le attività del secondo anno del ciclo formativo.

La prima Scuola destinata a formare i Sottufficiali in servizio permanente di tutte le Armi dell’Esercito sorse l’1 luglio 1888 a Caserta. Fino al 30 settembre 1895 la Scuola di Caserta formò 1283 Sottufficiali delle varie armi, dando loro una comune e solida preparazione di base. Successivamente, le aumentate esigenze organiche dell’Esercito imposero un maggior gettito annuale ed un più rapido ciclo formativo. Sorsero, quindi, varie altre Scuole alle quali venne affidata la specifica preparazione degli Allievi Sottufficiali già destinati alle singole Armi. Tale sistema venne anche adottato nell’intervallo tra la prima e la seconda guerra mondiale, durante il quale funzionarono le Scuole Allievi Sottufficiali di Milano, Modena, Verona, Pola, Rieti, Casagiove e Nocera Inferiore. Dopo il secondo conflitto mondiale vennero istituite nel maggio 1948, a Spoleto, la Scuola Allievi Sottufficiali Ordinari e nel 1951, a Rieti, la Scuola Allievi Sottufficiali Specializzati. Nel 1965 lo Stato Maggiore dell’Esercito dispose l’unificazione del ciclo formativo per tutti gli Allievi Sottufficiali, destinati ad incarichi di comando o di specializzazione, e la creazione della nuova Scuola Allievi Sottufficiali a Viterbo, quale unico Istituto formativo di futuri Sottufficiali in servizio permanente dell’Esercito. Il nuovo ciclo formativo, attuato dal 10 gennaio 1966, si prefigge lo scopo di dare ai Sottufficiali, in armonica sintesi, una soddisfacente base culturale, una adeguata formazione spirituale e fisica e la necessaria preparazione tecnico-professionale. Nel 1996, con l’entrata in vigore del Decreto Legislativo n. 196 del 12 Maggio 1995, “Norme concernenti il riordino dei ruoli, modifica alle norme di reclutamento, stato ed avanzamento del personale non direttivo delle Forze Armate“, si è realizzata una nuova trasformazione della Scuola dando il via a un nuovo iter formativo. In particolare con il primo Corso Allievi Marescialli iniziato il mese di ottobre del 1998, l’Istituto è diventato responsabile della formazione dei Marescialli destinati ad assumere, nell’ Esercito del 2000, la prestigiosa attribuzione di comandante di plotone in tutte le unità operative e logistiche della Forza Armata.

9 su 10 da parte di 34 recensori Alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito gli Allievi Marescialli del 16° corso Valore Alla Scuola Sottufficiali dell’Esercito gli Allievi Marescialli del 16° corso Valore ultima modifica: 2013-09-16T11:44:44+00:00 da Enrico Casale
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento