San Martino in Strada, donna strangolata con due fascette da elettricista autobloccanti

Strette intorno al collo. Scaricata, nuda in un campo in zona Pergola a San Martino in Strada alle porte di Lodi, non lontano da un elegante centro ricreativo, un centro commerciale e un motel. Il ritrovamento del cadavere della giovane è avvenuto grazie a un agricoltore che ha deciso di lavorare proprio in quel campo, raggiungendo la roggia e la strada di campagna a fianco dei quali ha visto, per primo, il corpo riverso sul terreno. L’allarme al 113 è stato immediato e sul posto dopo pochi minuti è arrivata la squadra Mobile di Lodi che ha avviato tutti i rilievi del caso.

L’appello delle Forze dell’Ordine è che chi sa qualcosa, chi ha visto qualcosa, parli. Del resto quel tratto di campagna non è affatto lontano dalla statale via Emilia che conduce da Lodi a Codogno e quella stradina di campagna, soprattutto la sera, è parecchio frequentata da giovani che raggiungono il centro ricreativo dalla zona del piacentino.

Il cadavere è stato portato all’istituto di Medicina Legale di Pavia. Con l’autopsia che verrà effettuata quanto prima si cercherà di capire se, prima di essere uccisa, la donna di età compresa tra 25 e 30 anni, abbia anche avuto rapporti intimi. Si indaga anche nel mondo della prostituzione.

Lascia un commento