Obama pronto a ordinare l’attacco sulla Siria

L’ora “x” sta per scattare. L’azione militare avverrà “entro la prossima settimana o nel mese”. Lo ha annunciato il presidente americano sostenendo “di averne l’autorità” ma prima chiederà l’autorizzazione al Congresso per i raid su Damasco. Dopo il no britannico a un attacco congiunto l’ipotesi di un’azione “limitata” si fa sempre più concreta. Non sarà un nuovo Iraq. Niente intervento di terra. Solo raid.

Gli Usa hanno inviato nel Mediterraneo orientale una sesta nave da guerra. Ai cinque cacciatorpedinieri armati con missili da crociera, si è affiancata la “San Antonio”, piattaforma per elicotteri anfibia con diverse centinaia di marines, e il loro necessario equipaggiamento, a bordo. Secondo fonti della Difesa americana l’arrivo dell’unità era pianificato da tempo.

Lascia un commento