Genova, pesto al botulino circa venti persone ricoverate negli ospedali Galliera, San Martino e Gaslini per sospetta intossicazione

Sono finite in ospedale dopo avere mangiato pesto prodotto dall’azienda Bruzzone e Ferrari. Due persone sono state ricoverate al San Martino, 15 al Galliera, 2 bambini al Gaslini di Quarto. Tutti hanno riferito di avere consumato lo stesso pesto. Campioni di sangue, urine, feci e del pesto stesso sono state inviate al Ministero della Salute, a Roma, per le analisi.

Tutte le strutture sanitarie della Regione Liguria sono state attivate. “Dal primo momento, stiamo seguendo con la massima attenzione questo possibile rischio botulino – spiega l’assessore regionale alla Salute, Claudio Montaldo – emerso dalle procedure di autocontrollo su una partita di pesto distribuita in Piemonte. Le procedure sono state eseguite dalla stessa ditta produttrice Bruzzone e Ferrari di Genova-Prà, alla quale va il nostro apprezzamento per aver provveduto, insieme con gli operatori sanitari, a ritirare subito il prodotto dal mercato che appartiene al lotto 13 G03 con scadenza 9 agosto 2013”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Genova, pesto al botulino circa venti persone ricoverate negli ospedali Galliera, San Martino e Gaslini per sospetta intossicazione Genova, pesto al botulino circa venti persone ricoverate negli ospedali Galliera, San Martino e Gaslini per sospetta intossicazione ultima modifica: 2013-07-21T14:38:31+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0