Chiomonte, No Tav cercano di forzare accesso al cantiere

Una cinquantina di attivisti del movimento ha organizzato una manifestazione in occasione della riapertura del campeggio contro l’opera. Dopo alcuni minuti di battitura delle recinzioni, alcuni dei dimostranti, incappucciati, hanno tentato di forzare un ingresso, ma sono stati respinti con l’uso di un idrante. La situazione si è poi normalizzata.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0