Torino, emergenza caldo e anziani avviata la macchina comunale per fronteggiare la situazione

Un numero telefonico attivo tutti i giorni 24 ore su 24, una “task force” di operatori per l’assistenza a domicilio e, in diversi quartieri, strutture climatizzate dove trovare refrigerio per almeno qualche ora nel corso della giornata.

I Servizi sociali del Comune di Torino, la Polizia municipale e la Protezione civile hanno messo in moto la macchina che, fino al termine dell’estate,  avrà il compito di aiutare gli anziani ad affrontare i disagi  provocati da afa, alte temperature e far fronte all’ondata di caldo che, secondo le previsioni meteorologiche, porterà in città molto presto il mercurio della colonnina vicino o addirittura oltre la tacca dei 30 gradi centigradi per buona parte della giornata.

Una chiamata al numero 011.8123131 del servizio telefonico  “Aiuto anziani” – attivo dal lunedì alla domenica senza interruzioni – consente già da oggi di ricevere informazioni e, nel caso in cui si rivelasse indispensabile la presenza fisica di un operatore,  permette di chiedere l’intervento a casa propria di personale dei Servizi sociali o di uno dei tanti volontari messi a disposizione dalle associazioni che svolgono quotidianamente attività di sostegno e soccorso per chi ha già alle spalle molte primavere.

 

 

A proposito di interventi a domicilio. Il piano per fronteggiare “l’emergenza caldo” può contare anche su quaranta operatori che, svolgendo piccoli lavori domestici come fare la spesa o preparare i pasti, danno una mano a quegli anziani a cui afa e temperature elevate, unite a  solitudine e problemi di salute, rendono durante mesi estivi la vita particolarmente dura. Nei fatti, si tratta di una sorta di “task force” costituita per dare sollievo a quella parte di popolazione che per ragioni anagrafiche è più esposta agli effetti negativi del caldo, “integrando – come spiega l’assessore alle Politiche sociali, Elide Tisi – gli ordinari servizi di assistenza garantiti da Palazzo civico e dall’ampia rete di associazioni cittadine di volontariato”. La squadra dei quaranta impegnata negli interventi di assistenza domiciliare durante i mesi estivi è costituita da disoccupati e lavoratori in cassa integrazione (coordinati dalle associazioni di volontariato Auser, Anteas, Ada e Orizzonti di Vita). L’operazione è sostenuta finanziariamente dalla Compagnia di San Paolo, attraverso il fondo che la fondazione bancaria ha stanziato per le persone colpite dalla crisi occupazionale nell’area del torinese.

 

 

Tra le altre misure adottare per alleviare i disagi da caldo, Protezione civile in collaborazione con, Servizi sociali e Circoscrizioni mette a disposizione, come detto, locali climatizzati in diverse parti della città.

 

 

Per tutto il mese di agosto, inoltre, i Vigili del Fuoco offriranno, dal mercoledì alla domenica, ospitalità e pranzo nella sede di corso Regina Margherita 330 e, nel corso delle stesse giornate, organizzeranno per gli anziani iniziative di intrattenimento, da giochi di società a conferenze e a visite guidate ai musei della città.
9 su 10 da parte di 34 recensori Torino, emergenza caldo e anziani avviata la macchina comunale per fronteggiare la situazione Torino, emergenza caldo e anziani avviata la macchina comunale per fronteggiare la situazione ultima modifica: 2013-06-19T16:14:02+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0