Napoli, ragazza cinese picchiata, legata, spogliata, imbavagliata e lasciata in un sacco dell’immondizia in via dei Tribunali

Una orientale è stata trovata con la testa rotta, legata ed imbavagliata. Salvata da qualcuno che sapeva e ha chiamato il 118. I soccorritori, una volta aperto il sacco che hanno trovato sul pavimento della casa di via dei Tribunali, hanno trovato una cinese con il viso tumefatto, una ferita alla testa, legata ed imbavagliata. E’ arrivata al Loreto Mare in fin di vita. La Polizia spera che possa dire qualcosa sul suo aggressore.

La ragazza è stata trovata seminuda, con addosso solo gli slip e la maglietta. Ad un primo esame i medici hanno ritenuto che sia stata colpita da una gragnuola di calci e pugni, come si vede da lesioni al fegato ed ai polmoni, oltre che dalle condizioni del viso.

E’ quella della violenza maturata in ambito sentimentale una delle ipotesi che gli investigatori stanno seguendo nella vicenda della ragazza massacrata di botte e ridotta in fin di vita, trovata chiusa in un sacco dell’immondizia in un “basso” del centro storico di Napoli. Il “basso”, raccontano i vicini, è abitato da una giovane coppia di albanesi.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0