Bologna, referendum vince il no ai fondi alle scuole private dell’infanzia

I contrari sono stati il 59% mentre in difesa dell’attuale convenzione ha votato il 41% degli elettori. Bassa l’affluenza, vale a dire il 28,71%. I promotori ora invitano il sindaco Virginio Merola del Pd a prendere in considerazione il risultato per destinare quelle risorse, circa un milione di euro ogni anno, alla scuola pubblica. Il primo cittadino ha già annunciato di voler tirare per la sua strada.

“E’ stata un’affluenza molto scarsa, è il referendum comunale meno partecipato della storia di Bologna”, ha sottolineato Alessandro Alberani, segretario della Cisl e in prima fila nel comitato a favore delle private. “I fatti hanno dimostrato quello che dicevamo, questo voto ha avuto poco interesse, nonostante il clamore sui mass media e sulla stampa”.
9 su 10 da parte di 34 recensori Bologna, referendum vince il no ai fondi alle scuole private dell’infanzia Bologna, referendum vince il no ai fondi alle scuole private dell’infanzia ultima modifica: 2013-05-27T06:17:23+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0