Bari, una carneficina ammazzati in un agguato Vitantonio Fiore, Sebastiano Fanelli e Antonio Romito

E’ morta anche la terza persona vittima della missione di morte di questa domenica nel capoluogo pugliese. Obiettivo principale dell’agguato a colpi di arma da fuoco Vitantonio Fiore, 22 anni, con precedenti penali. Il giovane è figlio del boss del quartiere San Pasquale di Bari, Giuseppe Fiore, 49 anni, che sta scontando in carcere una condanna definitiva a 25 anni per il duplice omicidio di Michele Cristallo e Salvatore Filograsso, avvenuto a Barletta nell’estate del 1991.

Vitantonio Fiore è morto sul colpo, gli altri due, Claudio Fanelli e Antonio Romito sono deceduti in ospedale. La seconda vittima, inizialmente ferita è deceduta dopo il ricovero in ospedale era Claudio Fanelli, 31 anni, mentre l’altro Antonio Romito, di 30 anni, raggiunto da almeno tre proiettili, è anche lui spirato dopo essere rimasto ferito.

Nessun passante sarebbe stato colpito da proiettili. I killer avrebbero sparato per colpire le persone poi rimaste coinvolte nell’agguato. I killer hanno agito utilizzando, a quanto pare, due distinte armi, ovvero una mitraglietta e una pistola calibro 9.

9 su 10 da parte di 34 recensori Bari, una carneficina ammazzati in un agguato Vitantonio Fiore, Sebastiano Fanelli e Antonio Romito Bari, una carneficina ammazzati in un agguato Vitantonio Fiore, Sebastiano Fanelli e Antonio Romito ultima modifica: 2013-05-19T15:20:58+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0