Reggio Emilia, l’alta cucina diventa cultura sul palcoscenico del Valli

A Reggio Emilia, nel cuore delle terre del melodramma, venerdì 24 maggio (ore 19,30) sul palcoscenico del Teatro Valli quattro chef stellati – Mauro Uliassi, Bruno Barbieri, Gennaro Esposito e Gianni D’Amato – saranno gli Chef all’Opera, serata di show-cooking dedicata al Parmigiano Reggiano e ai prodotti tipici, condotta dalla giornalista Licia Granello e dallo scrittore e gastronomo Alfredo Tarrachini Antonaros, per la regìa di Marco Macceri.

L’evento si inserisce nella quattro giorni, “In Forma RE”, manifestazione dedicata a Reggio Emilia e al suo territorio, rivolta a cittadini, famiglie e turisti che dal 23 al 26 maggio animerà il centro storico con esposizione di prodotti tipici di qualità, workshop gratuiti, una maratona, biciclettate e ancora degustazioni in cantine, acetaie e caseifici della zona.

Tema di Chef all’Opera sarà il Parmigiano Reggiano, il formaggio italiano più noto al mondo, da sempre impiegato nell’alta ristorazione e ingrediente di una serie illimitata di ricette. E saranno proprio i grandi chef, provenienti da diverse località italiane, a raccontare e descrivere il loro rapporto particolare con il Parmigiano Reggiano e ad offrire al pubblico ricette e una degustazione finale per tutti.

Sul palcoscenico del Teatro Valli forme di Parmigiano Reggiano sulle scalere serviranno a ricordare i 16 litri di latte che occorrono per la produzione di un chilo di formaggio, i 550 necessari per la produzione di una sola forma: latte trasformato in “oro da tavola” e messo a stagionare dai dodici ai ventiquattro mesi.

Il Teatro Valli, magnifico esempio di teatro d’opera ottocentesco, costruito per volere della cittadinanza in soli cinque anni, con una capienza sorprendente per l’epoca in grado di  contenere i visitatori in occasione delle fiere, e il Parmigiano Reggiano con la sua storia millenaria, il suo ciclo di lavorazione perpetuo, le qualità intrinseche organolettiche, i suoi 20.000 addetti impiegati nei 384 caseifici, costituiscono un abbinamento forte, espressione di un’intera comunità.

La serata non potrà dimenticare il terremoto che proprio un anno fa ha messo a dura prova la popolazione emiliana: dopo una lunga sequenza di scosse che hanno provocato morti, feriti e danni ingenti, la macchina della solidarietà si è mossa e, nel caso del Parmigiano Reggiano (600.000 forme cadute e 100 milioni di danni), ha prodotto un boom di richieste che hanno salvato miracolosamente il sistema produttivo.

Dopo un primo doveroso ricordo celebrativo, la serata con i grandi chef proseguirà all’insegna dello spettacolo e del gioco. Fra una ricetta e l’altra, saranno proiettati su un megaschermo immagini relative alla produzione del Parmigiano Reggiano e dell’Aceto Balsamico Tradizionale, con interviste a produttori locali.

Al termine il pubblico potrà assaggiare il Parmigiano Reggiano di diverse stagionature e la preparazione creata per l’occasione dallo chef Gianni D’Amato.

Per informazioni e prenotazioni:

Teatro Valli, Piazza Martiri del VII Luglio, 42121 Reggio Emilia
Tel. 0522.458811 – centralino a selezione passante /Tel. 0522.458854 prenotazioni telefonichebiglietteria@iteatri.re.it   www.iteatri.re.it

Biglietto d’ingresso: 15 Euro

9 su 10 da parte di 34 recensori Reggio Emilia, l’alta cucina diventa cultura sul palcoscenico del Valli Reggio Emilia, l’alta cucina diventa cultura sul palcoscenico del Valli ultima modifica: 2013-05-18T10:19:40+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0