Crotone, nel cuore della città apre il nuovo centro di aggregazione per la terza età

Gli anziani hanno diritto di sorridere

L’amministrazione comunale di Crotone guarda con sempre più interesse ai cittadini della terza età. In soli sei mesi sono stati aperti due centri di aggregazione per anziani ed una ludoteca a Papanice. Da lunedì parte il nuovo centro per gli anziani situato nel centro storico. Eventi a dimostrazione del valore che l’amministrazione Vallone attribuisce alle politiche sociali.

Soddisfatto per quest’altro obiettivo raggiunto l’assessore alle politiche sociali, Filippo Esposito, da sempre attento ai bisogni dei più abbienti di qualsiasi età. Tale soddisfazione è stata da lui stesso manifestata in occasione della conferenza stampa nella Sala Consiliare per la presentazione del nuovo centro di aggregazione per anziani ubicato nel cuore del centro storico cittadino. “Gli anziani rappresentano non un peso ma una risorsa per la nostra comunità – ha dichiarato l’assessore alle Politiche Sociali – protagonista tra l’altro dell’apertura di altri centri di aggregazione destinati alla terza età in vari quartieri cittadini. Questo centro nasce proprio dalla volontà di dare risposte a quelle condizioni di marginalità, di solitudine, di dispersione che molti anziani vivono. La terza età non è solo bisogno di assistenza ma un tesoro di esperienze. Un’amministrazione ha anche il dovere di creare condizioni affinché gli anziani possano convivere, arricchirsi ed arricchire la comunità. Hanno diritto di sorridere”.

Con il titolare delle politiche sociali, presenti il presidente della VII Commissione Consiliare Michela Cortese, il dirigente del Settore Politiche Sociali Vincenzo Scalera e Antonino Leo presidente dell’Associazione “Vivere In” che gestirà le attività del centro.

Si parte, dunque, senza fronzoli o taglio del nastro, ma ancora una volta operativi per dare subito consistenza alle attività che si svolgeranno nella struttura ubicata in Piazzetta Beata Rosa Gattorno n. 2.

In questo nuovo centro, come hanno sottolineato lo stesso Filippo Esposito ed il presidente dell’Associazione “Vivere In” Antonino Leo, non mancheranno le occasioni di socializzazione.

Tantissime sono le attività proposte agli anziani che frequenteranno il centro: dai laboratori artistici di pittura, a percorsi guidati di lettura, laboratori teatrali, corsi di ricamo ed attività ludiche come il ballo. L’immagine stereotipata dell’anziano che si limita a giocare a carte è molto lontana nella visione dell’Amministrazione Comunale e dell’associazione “Vivere In”

Ai centri di aggregazione ubicati nei quartieri di Poggio Pudano, S. Francesco, Papanice, Margherita e in Via Firenze si aggiunge, dunque, da lunedì la nuova struttura del centro storico cittadino.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0