Messina, allarme tubercolosi in carcere

92

A dare la notizia è il segretario aggiunto del sindacato di polizia penitenziaria Osapp, Mimmo Nicotra che riferisce di “un detenuto italiano della Casa circondariale di Messina ricoverato con urgenza all’ospedale Papardo per sospetta tubercolosi”.

“Il detenuto lavorava nella cucina detenuti di Gazzi, e per questo, precauzionalmente – informa Nicotra – la direzione dell’istituto ha isolato per motivi sanitari anche tutti gli altri detenuti che hanno lavorato negli stessi ambienti”.