Ucciso in un agguato il barista romano Serafino Maurizio Cordaro

Un killer con il volto coperto da casco integrale dopo avere fatto uscire i clienti ha fatto fuoco con estrema precisione e sangue freddo contro il titolare del bar che si trovava dietro il bancone. L’uomo è stato centrato alla testa e al torace davanti al figlio. L’omicidio si è verificato all’interno del Bubi bar di via degli Acquaroni 103 di proprietà di Serafino Maurizio Cordaro.

L’uomo è deceduto in ospedale mentre era in sala operatoria. Si tratta del barista di 65 anni Serafino Maurizio Cordaro, colpito da tre colpi di pistola mentre era nel suo bar in via degli Acquaroni a Tor Bella Monaca. Un omicidio molto probabilmente messo a segno dal crimine organizzato.

Il figlio ha assistito alle revolverate contro il padre. E’ rimasto impietrito a pochi metri di distanza dentro il bar senza potere accennare a una minima reazione davanti al killer armato di pistola. La testimonianza del giovane non ha potuto essere utile agli uomini della squadra mobile. L’uomo con la pistola aveva il volto coperto dal casco.

Serafino Maurizio Cordaro in passato sia stato coinvolto nella banda della Marranella, un’organizzazione criminale nata dalle ceneri della banda della Magliana che negli anni ’90 si impose per la sua ferocia nel traffico internazionale di droga, nel gioco d’azzardo e nel riciclaggio.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ucciso in un agguato il barista romano Serafino Maurizio Cordaro Ucciso in un agguato il barista romano Serafino Maurizio Cordaro ultima modifica: 2013-03-31T18:27:39+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0