Uccisi ostaggi in Nigeria tra i quali l’italiano Silvano Trevisan

Si tratta di sette lavoratori stranieri rapiti il mese scorso in Nigeria. Lo comunica il gruppo estremista islamico responsabile del rapimento, Ansaru, sul proprio sito, spiegando di averlo fatto perché le forze di Nigeria e Regno Unito avrebbero ucciso dei musulmani nel tentativo di liberare gli ostaggi. Il portavoce dell’esercito nigeriano nega che ci sia stata alcuna operazione.

I sette lavoratori stranieri, tre cittadini libanesi e un inglese, un greco,un italiano e un filippino, sono dipendenti della Setraco, una società di costruzioni libanese, e sono stati rapiti a metà febbraio. Ansaru è un gruppo della rete estremista nigeriana Boko Haram.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin