Napoli, deflagrazione distrugge appartamento vittima Giuseppe Lombardi

Aveva 81 anni l’anziano morto la notte scorsa nella deflagrazione che ha distrutto il suo appartamento, sito in uno stabile di via Antignano a Napoli. I pompieri hanno evacuato l’intero stabile, di cinque piani.

Giuseppe Lombardi è morto nell’esplosione avvenuta all’interno dell’abitazione nel quartiere Arenella. I successivi accertamenti compiuti dai Vigili del Fuoco hanno confermato la tesi che a causare l’esplosione sia stato lo scoppio di una bombola di gas ritrovata affianco al corpo privo di vita dell’uomo, scaraventato nel cortile dello stabile. Tutto l’edificio, abitato da venticinque famiglie, è stato fatto evacuare. Viene escluso qualunque collegamento con l’uso di fuochi illegali. Il fatto si è verificato alle 0re 23:54.

L’esplosione, precisano i Vigili del fuoco di Napoli, è avvenuta al primo piano del fabbricato. L’uomo si trovava in casa e ne è stato scaraventato fuori dalla deflagrazione, che potrebbe aver causato danni anche alle strutture dell’edificio.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0