La Verza, Natale di morte perdono la vita i fratelli Carlos Alberto e Domenico Angelucci

A perdere la vita due fratelli di 19 e 21 anni morti in un terribile schianto in auto. Erano su una Fiat Bravo, condotta dal fratello maggiore, che ha impattato contro il muro di un’abitazione sulla statale 45 a La Verza, a poche decine di metri da dove vivevano con la famiglia.

Morti Carlos Alberto Angelucci, 21 anni ed il fratello Domenico di 19 anni. Il più giovane è morto sul colpo, mentre il fratello maggiore, che era alla guida, è deceduto poche ore dopo nella sala delle urgenze al pronto soccorso di Piacenza, dove i sanitari hanno cercato in tutti i modi di strapparlo alla morte. Ma purtroppo non è stato possibile.

I due fratelli stavano viaggiando da Piacenza verso La Verza. Davanti a loro li precedeva un’altra auto con altri amici. Il gruppo stava infatti andando a casa dei due fratelli per festeggiare il Natale tutti insieme. All’improvviso però la Bravo ha sbandato di colpo a sinistra, oltrepassando anche la corsia opposta e impattando a gran velocità contro il muro di un’abitazione. La botta di lato è stata tremenda e ha deformato l’abitacolo dell’auto. Per raggiungere i due giovani fratelli nell’abitacolo è stato necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco che hanno divaricato la lamiere. Sul posto l’ambulanza dell’ospedale del 118 e quella della Pubblica assistenza Croce bianca.

Carlos Alberto, che era ancora seduto al posto di guida ma riverso addosso al fratello, respirava ancora benché le sue condizioni apparissero già critiche. Il trasporto d’urgenza all’ospedale non gli ha salvato la vita. Per il passeggero invece non c’è stato nulla da fare. Era morto sul colpo a causa delle gravissime lesioni riposiate durante l’impatto.

9 su 10 da parte di 34 recensori La Verza, Natale di morte perdono la vita i fratelli Carlos Alberto e Domenico Angelucci La Verza, Natale di morte perdono la vita i fratelli Carlos Alberto e Domenico Angelucci ultima modifica: 2012-12-25T10:14:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0