Ciserano, Haudouch Hamid muore cadendo nelle acque gelide del fiume Adda

Una fine orribile per un marocchino di 44 anni, che ha perso la vita dopo essersi perso nel buio e tra la nebbia, finendo nel fiume Adda. L’operaio, padre di due figli di 8 anni e di 6 mesi, è stato recuperato nella notte. Haudouch Hamid viveva a Ciserano. Era scomparso quando era uscito per partecipare a una cena natalizia con i colleghi in un ristorante sulle rive dell’Adda. Secondo la ricostruzione dei Carabinieri, alla fine della cena l’uomo si è perso a causa della fitta nebbia gravava su tutta la pianura. Girovagando per raggiungere la provinciale si è trovato sulla riva del fiume e la sua auto è rimasta in bilico sulla sponda, bloccata dalla neve accumulatasi nei giorni scorsi. L’operaio è sceso dall’auto per sbloccarla ma è scivolato sulla neve ghiacciata ed è caduto in acqua.

Sabato mattina la moglie ha denunciato la sua scomparsa ai carabinieri. Sono stati alcuni pescatori a notare il corpo senza vita nel fiume. I sommozzatori di Milano hanno recuperato il corpo dell’operaio nei pressi dell’Alzaia di Trezzo sull’Adda.

9 su 10 da parte di 34 recensori Ciserano, Haudouch Hamid muore cadendo nelle acque gelide del fiume Adda Ciserano, Haudouch Hamid muore cadendo nelle acque gelide del fiume Adda ultima modifica: 2012-12-23T11:22:34+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0