Gela, Giuseppe Licata si barrica in casa, spara ai passanti, viene ucciso dai poliziotti

Notte di follia in provincia di Caltanissetta dove un uomo è stato ucciso in via Arica a Gela, nel quartiere Scavone. Giuseppe Licata, 42 anni, dopo essersi barricato nella sua abitazione, alla presenza anche dei suoi familiari, ha iniziato a sparare all’impazzata per strada con un fucile da caccia.

Giuseppe Licata, disoccupato, si è barricato nell’appartamento al primo piano di una palazzina popolare, al civico 19 di via Arica, dove abitava con i genitori.

Sul posto è intervenuta la Polizia, che ha tentato per diverse ore di farlo desistere. Intorno alle ore 03:00 di notte, il tragico epilogo. Giuseppe Licata ha iniziato a sparare all’impazzata fino a quando è stato ferito mortalmente. Subito dopo gli agenti hanno fatto irruzione nella sua abitazione e hanno tentato di soccorrerlo, ma per l’uomo non c’era più nulla dare.

Nel conflitto a fuoco, un poliziotto è rimasto gravemente ferito ad un occhio ed è stato trasferito al “Garibaldi” di Catania. La Procura di Gela ha aperto un’inchiesta sulla morte di Giuseppe Licata, ucciso la notte scorsa dopo un conflitto a fuoco con la Polizia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Gela, Giuseppe Licata si barrica in casa, spara ai passanti, viene ucciso dai poliziotti Gela, Giuseppe Licata si barrica in casa, spara ai passanti, viene ucciso dai poliziotti ultima modifica: 2012-12-22T09:54:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0