Torino, si accende Bwindi light masks di Richi Ferrero

Da domani, mercoledì 5 dicembre, la collezione di Luci d’Artista 2012-13 si arricchisce di un’installazione. Si inaugurerà, alle ore 18.00, nel cortile Palazzo Reale, l’opera BWINDI LIGHT MASKS, progetto artistico di Richi Ferrero.

L’installazione, presentata in anteprima a Francoforte nell’ambito di Luminale 2010 e nel giugno 2011 al Jerusalem Festival of Light  – in un allestimento particolarmente evocativo all’interno della caverna di Zedekiah -, dopo essere stata allestita nel centro di Eindhoven, dal 10 al 17 novembre 2012, per la settima edizione del Glow Forum of light & Architecture 2012 (Festival di arte e luce) torna a Torino in occasione della XV^ edizione di Luci d’Artista.

Quaranta maschere identiche, provenienti dal Bwindi National Park, nel cuore più remoto dell’Africa nera, sono collocate come piccoli monoliti nello spazio buio della fabbrica abbandonata, simili ad antichi reperti in terracotta in un cantiere archeologico.

Il rito prende vita quando la luce artificiale muta i cromatismi delle maschere dando vita ad una danza ferma, sostenuta dai suoni bi-vocali dei Tuva (Asia centrale), che a sua volta esegue un dipinto d’ombre. Una ritualità nuova prende forma attraverso archetipi antropologici universali: la maschera africana da sempre tramite tra l’uomo e il soprannaturale, i canti armonici tipici della tradizione sciamanica dei Tuva  e la luce. L’aspetto più interessante di questo rito senza tempo sta proprio nel legame tra luce e suono, spesso presente nelle culture antiche nelle quali il senso della performance religiosa è dato dal farsi sostanza del suono, che richiama la luce divina per stabilire un contatto tra questa e l’uomo.

www.myspace.com/bwindilightmasks

http://youtu.be/PHSRH0HMzQQ

Sponsor tecnico: ILTI LUCE

LUCI D’ARTISTA, mostra d’arte contemporanea open space di grande successo – progetto della Città di Torino, realizzato dal Teatro Regio in collaborazione con Iren, Fondazione CRT e il contributo di Camera di Commercio –, ha riacceso le sue opere il 3 novembre scorso.

Alle 17 installazioni di quest’edizione – Cosmometrie di Mario AIRÒ in piazza Carignano, Vele di Natale di Vasco ARE in via Lagrange, Tappeto volante di Daniel BUREN in piazza Palazzo di Città,  Volo su… di Francesco CASORATI in via Garibaldi, Bwindi Light Masks di Richi FERRERO nel cortile Palazzo Reale (dal 5 dicembre 2012), Planetario di Carmelo GIAMMELLO in via Roma, Piccoli spiriti blu di Rebecca HORN al Monte dei Cappuccini, Doppio passaggio di Joseph KOSUTH ai Murazzi, Neongraphy Qingyun MA presso la Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Luì e l’arte di andare nel bosco di Luigi MAINOLFI in via Maria Vittoria, Il volo dei numeri di Mario MERZ alla Mole Antonelliana, Vento solare di Luigi NERVO alla Porta Palatina, Palomar di Giulio PAOLINI in via Po, Amare le differenze di Michelangelo PISTOLETTO a Porta Palazzo, My noon di Tobias REHBERGER in piazza Bodoni, Noi di Luigi STOISA in via Pietro Micca e Luce fontana ruota di Gilberto ZORIO al Laghetto di Italia ’61 – quest’anno se ne sono aggiunte due: Ancora una volta dell’artista piemontese Valerio BERRUTI realizzata con materiali ecosostenibili e fonti luminose a basso consumo energetico e collocata in via Accademia delle Scienze e Luci in bici di Martino GAMPER, opera in movimento che, grazie alla collaborazione con  TOBIKE, uscirà dagli schemi convenzionali e porterà Luci d’Artista lungo le vie della città. Alcune bici saranno in mostra in via Carlo Alberto. Le luminarie d’arte saranno visibili fino al 13 gennaio 2013.

http://www.contemporarytorinopiemonte.it/eng/content/view/full/5613http://www.spaziotorino.it/scatto/?p=3231

9 su 10 da parte di 34 recensori Torino, si accende Bwindi light masks di Richi Ferrero Torino, si accende Bwindi light masks di Richi Ferrero ultima modifica: 2012-12-04T12:33:41+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0