Accordo sulla produttività, firmano tutti tranne la Cgil

Il Governo “esulta”. Con l’accordo sulla produttività si potranno “aumentare i salari” e “l’occupazione”. Parola del Ministro dello Sviluppo Economico Corrado Passera. Ma intanto si è consumato lo strappo con il più importante sindacato italiano. L’accordo “è deludente. Se c’era la volontà si poteva risolvere in modo diverso”, ha rilevato il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso.

Il leader della Cisl Raffaele Bonanni si è detto “soddisfatto dell’accordo”. “E’ utille per farci uscire dalla trappola nella quale siamo caduti dagli anni novanta di bassi salari e bassa produttività”. ha dichiarato il numero uno della Uil, Luigi Angeletti.

Lascia un commento