Potenza, il vice governatore Agatino Mancusi indagato per mafia

L’esponente dell’Udc, assessore alle infrastrutture, Agatino Mancusi,  ha lasciato l’incarico in quanto indagato per concorso esterno in associazione mafiosa dalla Procura della Repubblica di Potenza. Delle dimissioni ha preso atto il Presidente della Giunta, Vito De Filippo (Pd), che ha assunto l’interim delle infrastrutture. Mancusi ha espresso “stupore e profonda amarezza” e ha ribadito “di aver agito sempre con totale moralità”.

Agatino Mancusi ha spiegato di essersi dimesso “per rispetto delle istituzioni”. La vicenda nella quale Mancusi è coinvolto, risale a diversi anni fa e si riferisce a contatti con rappresentanti di organizzazioni criminali che avrebbero aiutato Mancusi nella campagna elettorale per l’elezione al Consiglio regionale. Nell’inchiesta, condotta dalla Direzione distrettuale antimafia, sono coinvolte anche altre persone.

Lascia un commento