Grillo denuncia il tentativo di un colpo di Stato

“Di fronte al colpo di Stato del cambiamento della legge elettorale in corsa e al tetto del 42,5% per il premio di maggioranza per impedire a tavolino la possibile vittoria del M5S e replicare il Monti bis, la UE tace. Chissà forse ci farà una multa per divieto di sosta a Montecitorio”, afferma Beppe Grillo, leader del Movimento 5 stelle sul suo blog.

“Napolitano (che non ci dorme la notte) e i partiti vogliono cambiare in corsa la legge elettorale, un attimo prima della fine della legislatura dopo aver ignorato la questione dal 2006. Quando scappa, scappa. Gli obiettivi sono due: fermare il M5S e fare il Monti Bis”.

“Ce la sto mettendo tutta e ce la facciamo, altrimenti Grillo dal 30 va all’80%” dice intanto il presidente del Senato, Renato Schifani, intervistato da Fiorello a margine di una visita all’associazione Andrea Tudisco che ospita bambini oncologici. “Spero che il mio ottimismo – aggiunge Schifani – a breve si traduca in certezza. Ci sono notevoli margini per pensare che a breve si arrivi ad un’ampia intesa tra le forze parlamentari”.

Lascia un commento