Friûl par gust in Friuli, alla scoperta della cucina friulana autentica

Torna in Friuli Venezia Giulia l’atteso appuntamento con Friûl Par Gust, la rassegna di eventi enogastronomici che trasforma 10 ristoranti del territorio in una golosa vetrina delle prelibatezze regionali. Un invito a gustare per una settimana la cucina più autentica e genuina attraverso la scoperta (o riscoperta) di sapori e profumi dei prodotti locali di stagione, accompagnati dai migliori vini del Friuli. Ad aderire alla 2° edizione della rassegna, cui partecipa anche Confcommercio provinciale di Udine con il contributo della Regione Fvg, 10 i comuni della provincia di Udine, con Buttrio amministrazione capofila.

Il progetto, che lo scorso anno ha riscosso un notevole successo registrando ottimi numeri, è inserito in una più ampia iniziativa di valorizzazione dei luoghi del turismo e del commercio mediante la messa in rete e la crescita dei mercati locali e rurali. Dal 18 ottobre al 23 novembre i ristoranti aderenti proporranno una ricca varietà di piatti, caratterizzando le serate culinarie con ricette inconsuete e golose, dai menu a base d’oca all’immancabile maiale, e poi la zucca, il formaggio, la selvaggina, la polenta. Ogni appuntamento sarà introdotto e accompagnato dai preziosi consigli dei giornalisti enogastronomici Claudio Fabbro e Stefano Cosma, i quali dettaglieranno gli abbinamenti coi vini che ne valorizzano i sapori  e i “retroscena” della ricerca dello chef.

A presentare la rassegna oggi in Confcommercio Udine il sindaco di Buttrio, Tiziano Venturini, con l’assessore Paolo Clemente, il presidente provinciale Fipe Luigino De Colle, Rita Nassimbeni della Coldiretti, numerosi sindaci e amministratori dei comuni aderenti all’iniziativa. “E’ sempre più importante parlare di produzioni locali e di qualità – ha detto il Sindaco Venturini -, Friûl Par Gust è piaciuto e ed è quindi un appuntamento da riproporre ogni autunno”.

“Alle serate portiamo i viticoltori e i produttori stessi – ha aggiunto Clemente -, creando una rete tra ristoratori che promuove il turismo enogastronomico del territorio. Un piccolo ma significativo segnale di questo percorso fatto assieme è la “lotteria”: ogni sera verranno estratti due partecipanti a Friûl Par Gust, che vinceranno due cene omaggio in un altro dei ristoranti aderenti. L’auspicio è che il prossimo anno la rassegna possa estendersi ad altri comuni”. Fondamentale, secondo i due giornalisti che alle serate illustreranno storia e tradizione degli alimenti e dei vini in degustazione, la figura del ristoratore, “chiamato a comunicare e ad avvicinarsi agli avventori”. Convivialità, professionalità degli chef, ottimi menu a tema, prodotti di qualità, il supporto dei due esperti e, naturalmente, la buona compagnia, sono gli ingredienti che preannunciano il successo anche di questa seconda edizione.

Le serate di Friûl Par Gust iniziano alle ore 20 (tranne l’11 novembre, che è un pranzo) a partire da giovedì 18 ottobre con il “Gioco dell’oca”, cena con specialità a base d’oca proposta dalla Trattoria Scacciapensieri di Buttrio. Venerdì 26 ottobre alla Trattoria da Mario di Prepotto si va “A cena con il Maiale”, mentre sabato 27 ottobre a Pozzuolo del Friuli, presso la Trattoria da Primo, serata dal titolo “Formaggiando”. Ottobre si chiude il mercoledì 31 al Posto di Conversazione di Remanzacco con “Sapori d’autunno dalla A… alla zucca”, si prosegue giovedì 8 novembre a Corno di Rosazzo Al Postiglione con “L’anatra in pentola”.

La sera dopo, venerdì 9, a Manzano presso la Trattoria Menotti ci si delizierà “Mangjânt cun Done Catine”, cucina tradizionale friulana con ricette tipiche di un tempo. Si riprende domenica 11 novembre all’Albergo Ristorante Dogana Vecchia di Trivignano Udinese per gustare “La cjar di salvadi ator dal Confin Vecjo”, un pranzo a base di selvaggina del territorio. Giovedì 15 novembre a Cividale del Friuli l’olio incontra la tradizione al ristorante Al Monastero con “La Riscoperta dell’Olio Friulano”, mentre venerdì 16 il ristorante De Mosis di Codroipo proporrà “L’antica storia dei mugnai: la polenta e il baccalà”. La serata finale si terrà presso la Piccola Trattoria San Mauro “Da Meni” di Premariacco con “La Cruda Verità” venerdì 23 novembre una cena a base di tartare, carni al coltello e marinate.

Il costo per partecipare alla serata, che comprende una cena (o pranzo) di 4-5 portate, è di 35 euro. Sul sito internet della manifestazione e sui relativi social media, nonché sui siti del Comune www.comune.buttrio.ud.it e dell’Ascom www.ascom.ud.it, è possibile trovare tutte le informazioni possibile sui singoli eventi, sui ristoranti e sugli chef.