Piegaro, Ovidio Stamolis ucciso a 17 anni dal patrigno

Storia di ordinaria follia a Pietrafitta in provincia di Perugia. Ad uccidere il diciassettenne il convivente della madre del ragazzo morto. Non è chiaro se avesse legalmente adottato il minorenne. Il ragazzo, che era solo in casa con il compagno della madre, è stato colpito più volte con un mattarello.

Il parroco di Pietrafitta, don Fabrizio, ricorda Ovidio Stamolis come un ragazzo “dolce e sensibile”. “La sua – ha spiegato – era però una famiglia problematica”. Ovidio era il figlio di una donna romena con qualche problema di salute che aveva sposato un italiano. I due, insieme, hanno poi avuto un altro bambino, che ora frequenta le scuole elementari.

“Il ragazzo – ha aggiunto il sacerdote – era ben inserito nella comunità. Lo scorso anno aveva frequentato un locale gruppo teatrale e svolgeva anche alcune piccole mansioni in parrocchia”.