Nel segno della leggerezza

Ieri sera è stata una serata divertente e allo stesso tempo di basso profilo, e mi riferisco ad una nota trasmissione in tv, ove sono intervenute una dietro l’altra le marionette di sempre; una di queste però…..

Avendo io problemi di stitichezza e dopo i falliti tentativi dei giorni antecedenti, all’improvviso come la liquefazione del sangue di un santo, quando questa ha iniziato a parlare è avvenuto il miracolo: mi sono liberato da una sofferenza sottile e da un gonfiore addominale recente.

Il santo anche questa volta a distanza, solamente con l’ascoltar la sua voce  ha fatto il miracolo! Ma in politica è stato e sarà un fallimento come pure la colomba bianca, ballerina senza tutù che si atteggia ad ago di bilancia del tipo: “ qui si fa l’Italia o si muore ! “ , ma chi l’ha detto mai, al massimo si cambia sponda, perché morire per lasciare il ben di Dio a disposizione ad altri? Ma non stiamo mica scherzando?!

Intanto “ er pataccone” riconsegna alla maestra il barattolo di miele del quale s’era impadronito in vece sua l’uomo “ mascarato”  che ora sarà trasferito in un luogo di pace e di silenzio per mondare la sua coscienza!

Dico: E Pasquale Scognamiglio pensionato affamato con la  pensione decurtata, che vinto dal desiderio di mangiarsi una bistecca viene pizzicato con questa in tasca e trasferito immediatamente senza indagini in carcere ove si trova ancora in attesa di giudizio da cinque anni? Che ne facciamo di Pasquale? Rimane là dov’è in attesa del suo processo che male c’è!

E se quei galli, romani o celti che siano, invece di perdere tempo ad insultarsi, o di parlare del possibile ritorno di Batman avessero trattato argomenti a noi interessanti, come:  lavoro, meno tasse, equa giustizia.

Scusate …. Ma chi è questo Batman?

Ma stiamo parlando e discutendo di un fumetto?

La verità è che la colpa è tutta, interamente nostra e, sapete perché? Perché non abbiamo ne avremo mai il coraggio di levarci dal costato quella mignatta succhia sangue!

Mentre qualcuno dice  con tono austero che essendo noi tutti in austerità è giusto e sacrosanto fare ancora sacrifici, noi…… e loro?

Ma veramente ci lasciamo prendere per i fondelli ancora?

Ma veramente vogliamo continuare a farci torchiare ?

Insomma chi dobbiamo votare?

A chi dovremo dare la nostra fiducia?

Se siamo circondati da una corale di magna magna?

Si legge:

–         Il Monti –bis divide la politica.

–         PD – pronto a governare- Faremo uscire il paese dal baratro dove l’ha cacciato Berlusconi ……. ( ma non avevano detto che questo debito è figlio di 50 anni di cattiva politica? )

–         Spese folli alla Regione Lazio ….. Polverini pronta a dimettersi

 

Per non parlare poi degli stipendi d’oro dei manager  che sono a capo di società con capitale statale o regionale che vanno da un massimo di € 297.888 ad un minimo di € 6.948 !

Allora, caro Presidente, invece di aggravare ancora il peso sulle nostre ormai stanche spalle, si guardi attorno e cominci a bussare ad altre porte che lei già conosce.

Che Dio salvi il Popolo.