Paura tra gli abitanti di Gioia Tauro salta in aria il distributore Ip

Terrore nel centro reggino a causa di un attentato che fatto contro un distributore di carburante. Ignoti hanno collocato accanto ad una colonnina del distributore, di proprietà di P.l., di 22 anni, una bomba ad alto potenziale che ha distrutto l’impianto.

Lo scoppio avvenuto non lontano dalla stazione ferroviaria, è stato avvertito in un raggio di alcuni km ed indotto gli abitanti della zona a lasciare le loro case. I Vigili del Fuoco hanno messo in sicurezza l’impianto. L’ordigno, un tubo di metallo con una miccia, è stato posto nel piccolo ufficio adiacente alle pompe di benzina facendo saltare in aria la piccola struttura. L’ammontare dei danni è in corso di quantificazione.

Il distributore, di proprietà di un incensurato, fino a qualche tempo fa era stato di proprietà di Vincenzo Priolo, ucciso a 29 anni nel luglio 2011 in un agguato, stessa sorte toccata nel febbraio scorso allo zio Giuseppe.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento