Bologna, semi di soia cinese in locali fatiscenti

Oltre due tonnellate prive di tracciabilità e di provenienza ignota sono state sequestrate dai carabinieri del Nas di Bologna. Erano pronte per la distribuzione, in un laboratorio abusivo di produzione del prodotto tipico dell’alimentazione cinese.

Al piano terra di un condominio, in locali fatiscenti e sporchi, era stata allestita una serra per la coltivazione dei germogli, che venivano poi custoditi in una cella frigo in sacchetti di polietilene non per alimenti.