Pisa, detenuto con Hiv aggredisce personale

Nessuno è in gravi condizioni, ma tutti sono stati sottoposti per precauzione a terapie antivirali. Il direttore e sei agenti della polizia penitenziaria del carcere Don Bosco di Pisa sono stati aggrediti con una lametta da un detenuto con problemi psichiatrici e affetto da Hiv. La denuncia è di Donato Capece, segretario del sindacato della polizia penitenziaria, che rileva come sia ora di dire “basta buonismo, riaprire supercarceri”.

“Queste continue aggressioni – ha rilevato – non sono più tollerabili. Bisogna contrastare con fermezza queste ingiustificate violenze ai rappresentati dello Stato in carcere e punire con pene esemplari, anche sotto il profilo disciplinare, i detenuti che le commettono per evitare sul nascere pericolosi effetti emulativi”.
Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin