Rosarno, in manette Giuseppe Valenzise e Vanessa Beti

In manette è finito Giuseppe Valenzise di 35 anni, che dovrà espiare la pena residua di 9 mesi e 18 giorni di reclusione poiché riconosciuto responsabile del reato di cui all’art. 73 d.p.r. 309 del 09.10.1990 (produzione e traffico di sostanze stupefacenti), commessi in Calabria tra il 2005 ed il 2007. Nel corso della perquisizione domiciliare, è stato rinvenuto un involucro contenente 100 grammi di sostanza stupefacente del tipo eroina, abilmente occultato all’interno di un mobile della cucina. A Rosarno, oltre a Valenzise, è stata tratta in arresto anche Vanessa Beti 21enne perché colti nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0