La Formula 1 fa tappa a Silverstone

Per Pirelli può essere considerata una seconda gara di casa, poiché a Didcot, a solo un’ora di distanza dal circuito, ha sede l’hub logistico dell’azienda italiana. Durante le prove libere del venerdì, le squadre avranno la possibilità di testare una nuova mescola dura. Anche lo scorso anno, alcune sessioni di prove libere furono utilizzate da Pirelli per provare un certo numero di composti sperimentali. Ciascuna squadra avrà a disposizione due set della mescola sperimentale per le due sessioni del venerdì, oltre agli pneumatici che vengono loro normalmente allocati, prima di tornare al P Zero Silver hard e al P Zero Yellow soft per il resto del weekend di gara.

Il Direttore Motorsport Pirelli, Paul Hembery, ha commentato. “Silverstone è uno dei circuiti simbolo del calendario di Formula Uno, proprio perché è così esigente per i piloti, per le monoposto e per gli pneumatici. Per questo motivo abbiamo scelto di testare qui, durante le prove libere, una mescola dura sperimentale, che potremmo usare in futuro. Il nuovo pneumatico ha un campo di lavoro leggermente più ampio, che dovrebbe consentire alle squadre di portare più facilmente gli pneumatici nella giusta temperatura di esercizio.Ma con un campionato così equilibrato, la nostra priorità è garantire che nessun Team abbia un qualche vantaggio”.