Dal voto greco testa a testa tra dracma ed euro

I conservatori pro-memorandum di Nea Dimokratia otterrebbero attorno al 29% nei primi exit poll che circolano in maniera non ufficiale sulle elezioni greche. Il partito di sinistra radicale Syriza sarebbe seconda attorno al 26% e i socialisti del Pasok terzi, vicini al 12%. Un testa a testa tra fautori della permanenza nell’euro e coloro che intendono portare la Grecia verso la dracma. Dai sondaggi prevarrebbero gli europeisti di un soffio, non sufficiente a dare stabilità al Paese ellenico.

Lascia un commento