Vanessa Scialfa, la vittima non ha assunto cocaina

L’autopsia sul cadavere di Vanessa Scialfa, la ventenne uccisa dal convivente che ha gettato poi il corpo in un fosso a Enna, conferma che la giovane non aveva assunto droga la sera dell’omicidio.

Di cocaina, confessando il delitto, aveva parlato l’assassino, Francesco Lo Presti, che aveva raccontato di aver agito sotto effetto di stupefacenti. L’uomo ha confessato di avere ucciso la fidanzata colto da un raptus di follia.

Lascia un commento