Trento, buoni spesa del Sait ai dipendenti comunali che rinunciano all’automobile

Il prossimo 14 maggio debutterà “Viaggia e vinci… con la mobilità sostenibile”, concorso a premi dedicato ai dipendenti dell’amministrazione comunale di Trento, che mira a incentivare i comportamenti virtuosi negli spostamenti casa-posto di lavoro, premiando coloro che si spostano in modo sostenibile.

Presentata stamattina a palazzo Geremia dall’assessore alla Mobilità Michelangelo Marchesi e da Luigi Pavana, direttore generale del Sait,“Viaggia e vinci…con la mobilità sostenibile” è un’iniziativa che nasce in Svizzera e per ora non ha precedenti in ambito nazionale. Si tratta di un concorso che si inserisce nelle attività curate dal Comune di Trento per la diffusione della cultura della mobilità alternativa all’automobile. In sintonia con l’obiettivo, indicato nel Pum, di alleggerire il traffico cittadino,  migliorare la qualità dell’aria, limitare il rumore e lo svilimento degli spazi pubblici.

Il gioco, che durerà circa un anno, prevede l’estrazione casuale del nome di un dipendente del Comune in un giorno lavorativo non definito di ogni settimana dell’anno oltre ad un’estrazione giornaliera nella settimana europea per la mobilità sostenibile di settembre (per un totale di 56 estrazioni).

Il nome selezionato verrà comunicato al dirigente del Servizio  in cui il dipendente lavora perché verifichi con quale mezzo il dipendente si è recato quel giorno al lavoro. Se quel giorno il dipendente ha raggiunto il posto di lavoro a piedi, in bicicletta o con un mezzo pubblico, vince un premio. In caso contrario, il premio non viene assegnato e si somma a quello dell’estrazione successiva. Nel caso di estrazione di un dipendente assente per malattia, ferie o altro, si procederà a una seconda estrazione.

Ogni estrazione prevede di assegnare un premio pari a 50 euro in buoni spesa del valore di 25 euro ciascuno. I buoni potranno essere spesi in un punto vendita Sait, che condivide con l’Amministrazione comunale lo spirito di questa iniziativa. Se con il passare delle settimane i premi non vengono assegnati, il montepremi aumenta di conseguenza, rendendo l’estrazione sempre più interessante.

“Auspichiamo che questa iniziativa sia contagiosa e che altre aziende ed enti pensino di adottarla”, ha dichiarato l’assessore Marchesi. Anche perché, come ha spiegato il dirigente del Servizio Mobilità Giuliano Stelzer, “se ogni cittadino decidesse di andare al lavoro senz’auto un solo giorno a settimana, il traffico diminuirebbe del 20 per cento. Una percentuale incredibile, se teniamo consideriamo che, quando c’erano le targhe alterne, il traffico diminuiva del 9 per cento. Tra l’altro, una nostra indagine interna ci ha rivelato che le assenze per malattia di chi raggiunge costantemente in bicicletta il posto di lavoro, sono tre volte inferiori alla media. Dunque, a lasciare a casa l’auto ci si guadagna anche in salute”.

“Il nostro è un piccolo contributo finalizzato a un grande risultato – ha concluso il direttore del Sait – Abbiamo aderito alla proposta del Comune senza se e senza ma perché la tutela dell’ambiente è da sempre uno degli obiettivi del Sait”.

Lascia un commento