Gela, le riducono la pensione di 200 euro lei si uccide

Ecco la nuova Italia di Mario Monti, un Paese alla disperazione. Un Paese che presto sarà “alla folli” con una nuova maxi manovra correttiva in vista, per come anticipa l’autorevole Financial Times. Poco più di un anno fa le era morto il marito, ora l’Inps le ha ulteriormente ridotto la pensione di 200 euro (da 800 a 600) e lei, Nunzia C., 78 anni, afflitta dall’incubo di non potercela fare a vivere con quei pochi soldi, ha deciso di morire, gettandosi dal terrazzo, al quarto piano. Viveva con i figli a Gela.

La donna si è lanciata dal terrazzo martedì mattina, in via Amilcare, nel quartiere del cimitero monumentale. Eludendo la sorveglianza dei figli (tre femmine e un maschio) che la controllavano da quando aveva cominciato a dare segni di depressione, è andata nel terrazzo e si è buttata giù. Il tonfo ha richiamato l’attenzione dei vicini e degli stessi familiari, che hanno tentato di soccorrerla. Ma non c’era più nulla da fare. La polizia ha avviato gli accertamenti di rito.

Lascia un commento