Roma Capitale, persi 94 embrioni al San Filippo Neri

Incidente all’impianto di azoto liquido che alimenta il servizio di criobiologia per la crioconservazione di materiale biologico nel centro di procreazione medicalmente assistita dell’ospedale San Filippo Neri di Roma. Per effetto dell’accaduto ”sono andati perduti 94 embrioni, 130 ovociti e 5 campioni di liquido seminale”. Lo fa sapere l’ospedale.

“Il giorno 27 marzo con l’incidente si è verificato un innalzamento della temperatura, con azzeramento del livello di azoto, lo svuotamento del serbatoio, e la conseguente perdita di 94 embrioni”, riferisce la direzione generale dell’azienda San Filippo Neri. “Dopo aver effettuato i primi accertamenti sull’accaduto, la struttura responsabile del centro di procreazione medicalmente assistita ha avviato le procedure per informare le persone interessate assistite dal centro Pma del San Filippo Neri. Il direttore generale Domenico Alessio ha inoltre presentato un esposto alla Procura della Repubblica di Roma e ha contestato quanto accaduto alla ditta responsabile della conduzione e manutenzione dell’impianto di crioconservazione”, conclude la nota dell’ospedale.

Lascia un commento