Fabrizio Pioli, la sofferenza della famiglia di Simona Napoli

Quarto Grado, nella puntata di venerdì 23 marzo 2012, in diretta su Retequattro in prima serata, si è occupato di nuovo del caso del giovane elettrauto scomparso da Gioia Tauro il 23 febbraio scorso, Fabrizio Pioli. Dopo il ritrovamento della macchina bruciata di Fabrizio, da Melicucco l’inviata del programma è riuscita ad avvicinare la mamma di Simona Napoli, la ragazza con la quale il giovane scomparso aveva iniziato una relazione clandestina. “Non abbiamo niente da dire, non andiamo in televisione”, queste le parole di Rosina Napoli che ha poi aggiunto riferendosi al marito di Simona. “Chiedete a Cecè. Andate dal marito di Simona perché ha qualcosa da dire. Io non ho niente da dire” e conclude dicendo. “Non devo dare spiegazioni a voi. Solo alla Legge dobbiamo dare spiegazioni. Siamo persone che stanno male”.

La sorella di Fabrizio, Romina Pioli, che ha assistito al servizio in collegamento da Gioia Tauro (Rc) dove, come testimoniano le telecamere di “Quarto Grado”, la popolazione è scesa in piazza senza timori interviene per puntualizzare: “Nessuno ha mai detto che loro non stanno soffrendo. Noi stiamo cercando solo di capire e chiediamo una mano; non è una gara a chi soffre di più; noi vogliamo solo aiuto, chiediamo che loro parlino con le Forze dell’ordine, se sanno qualcosa e se hanno visto qualcosa”. Romina  conclude dicendo. “Se non ho fatto niente non mi nascondo e non scappo, quindi qualcosa è successo e questa verità deve venire fuori”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento