Stage per 60 ragazzi in Capitaneria di Porto a Monfalcone

Capitaneria di Porto di Monfalcone ha ospitato oggi, 20 marzo, circa 60 ragazzi provenienti da scuole superiori di tutta la regione impegnati dalla Protezione Civile in uno stage di orientamento al volontariato.

Il Sottotenente di Vascello (CP) Salvatore Raho, capo della sala operativa, tra le tematiche portate all’attenzione degli studenti coinvolti, ha voluto evidenziare l’aspetto della sicurezza e dell’attività di soccorso in mare, compito istituzionalmente svolto dal Corpo delle Capitanerie di Porto – Guardia Costiera.

Gli studenti sono stati particolarmente attratti dalle modalità di intervento per il salvataggio di extracomunitari che cercano di raggiungere le coste italiane e dalle strumentazioni che hanno potuto vedere visitando la sala operativa del Comando. Sono stati informati di tutte le attività di prevenzione degli incidenti che ogni anno la Guardia Costiera mette in atto con le campagne informative di “mare sicuro”.

Particolare è stato l’avvicinarsi al mondo del mare da parte di studenti provenienti da località non propriamente marine come Pordenone o Tolmezzo che hanno palesemente espresso il loro entusiasmo. Il Maresciallo Paolo Amin, della dipendente Motovedetta CP 564 ha fatto salire sulla propria Unità gli studenti che hanno ricevuto un indottrinamento generale sulle capacità operative dei mezzi nautici presenti in regione.

Tutta l’attività e’ stata concordata e svolta con l’ottima organizzazione del Coordinatore, Alessandro Ustulin e del responsabile della squadra nautica di protezione civile di Monfalcone Massimo Brunetti. La protezione civile ogni anno offre agli studenti un percorso formativo riguardante la sicurezza e le attività di soccorso in mare e la Capitaneria di Porto di Monfalcone offre volentieri tale collaborazione.

Le capitanerie di porto non sono nuove a iniziative del genere. Il Comando Generale ha promosso un’attività di sensibilizzazione da condurre a favore degli studenti delle scuole primarie, medie inferiori e superiori sui principi di educazione civica marittima, con particolare riguardo alla sicurezza in mare ed alla tutela dell’ambiente marino. E’ iniziato un ciclo di visite presso gli istituti scolastici regionali che hanno aderito all’iniziativa per approfondire queste tematiche, per Monfalcone sono già previsti due incontri con i comprensori scolastici Randaccio e Giacich.

Nel frattempo, prosegue l’impegno della Capitaneria di Porto di Monfalcone nell’attività di prevenzione dei reati marittimi, di sensibilizzazione della cittadinanza sul corretto uso del mare e delle spiagge.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento