Lazio sconfitta a Genova 3-2

66

La sconfitta arriva al termine di una gara anche sfortunata e ricca di errori individuali. Decidono gli episodi e una formazione, quella laziale, rimaneggiata. Tornano così le polemiche per il mancato arrivo di giocatori nel mercato di gennaio. Rossoblù in vantaggio con Palacio e la doppietta di Jankovic. Il rigore di Ledesma riapre la partita. Espulso Diakite. Al 45° della ripresa Gonzalez per il 3-2. Ma finisce così. La Lazio frena. La trasferta di Genova spegne l’entusiasmo della vittoria all’Olimpico contro il Milan. La squadra va sotto e alla fine l’espulsione di Diakite rende tutto più difficile. L’attacco soffre. Rocchi accusa un dolore alla coscia dopo appena 15 minuti e deve lasciare Klose da solo. La partita. Al 6° Sculli si appoggia a Rocchi, che cade in area. L’arbitro lascia correre, ma l’ingenuità di Sculli poteva determinare un calcio di rigore. Ammonito Constant. Conclusione da lontano di Ledesma, bloccata senza incertezze da Frey. Al 10° incredibile gol di Palacio, che tenta un cross e invece la palla scavalca Marchetti sul secondo palo. Genoa in vantaggio. La magia dell’attaccante non frena la Lazio: percussione di Klose, apertura su Gonzalez che taglia con una conclusione sul secondo palo fuori di poco. La Lazio ha avuto subito la possibilità del pareggio. Problemi per Rocchi, che fa segno alla panchina: ha un dolore alla coscia destra. Pronto Candreva, che entra al 15°. Fascia di capitano a Ledesma. Al 20° la Lazio spinge soprattutto con Lulic a sinistra. Partita vivace e apertissima. Al 25° Marchetti esce a vuoto, Jankovic lo punisce: 2-0. Al 40° angolo e gran colpo di testa di Klose: bravo Frey. Altro angolo, testa di Lulic fuori di poco. Lazio vicinissima al gol. Secondo tempo Al 1° st, Jankovic: 3-0. Il Genoa batte, palla avanti, Garrido scivola, Jankovic è solo e incrocia. Al 7° fallo di Mesto su Lulic: rigore per la Lazio. Batte Ledesma: 3-1. La Lazio riapre la partita e ci crede. Al 17° esce Garrido, entra Rozzi subito ammonito. Zoppica Stankevicius, si scalda Biava che entra al 21° senza riscaldamento. Al 36° espulso Diakite per proteste. Al 40° botta di Gilardino, para Marchetti. Al 45° Gonzalez: 3-2. Assist di Klose. Ultimi 4 minuti.

Domenica ore 15:00. Cesena – Catania; Chievo – Parma; Fiorentina – Udinese; Juventus – Siena; Lecce – Bologna; Milan – Napoli; Novara – Cagliari; Palermo – Atalanta; Roma – Inter. La classifica. Juventus 44, Milan 43, Udinese 41, Lazio 39, Inter 36, Roma 31, Napoli e Genoa 30, Palermo 28, Chievo 27, Cagliari 26, Fiorentina 25, Parma 24, Atalanta e Catania 23, Bologna 21, Siena 19, Cesena e Lecce 16, Novara 12.