Torino alle prese con il ghiaccio

Spalatori al lavoro ancora nelle prossime 48 ore per liberare da neve e ghiaccio gli accessi a scuole, i passaggi pedonali e le banchine delle fermate dei mezzi pubblici (con monitoraggio della situazione per gli ingressi agli ospedali). Operazione per cui è previsto l’impiego di 730 persone nel corso delle giornate di oggi e domani.

Al momento tutte le strade principali e quelle intermedie sono percorribili, tuttavia proseguiranno le operazioni di salatura per evitare che, con il forte abbassamento delle temperature previsto nelle prossime ore, si formi ghiaccio sul manto stradale. Per quanto riguarda la piccola viabilità, sono in corso interventi per liberare le strade dove la presenza di neve rende ancora difficile la circolazione. Sono inoltre resi percorribili gli accessi alla Casa circondariale delle Vallette. Da questa mattina sono in azione 26 spargisale, mentre la notte scorsa sono stati impiegati 32 spargisale e 2 macchine irroratrici antighiaccio. A tutte le circoscrizioni cittadine è stata consegnata una fornitura straordinaria di sale.

Capitolo emergenza freddo e senza fissa dimora: la notte scorsa il centro di accoglienza notturna allestito alle Pellerina ne ha ospitati 130, una decina sono stati quelli che hanno passato la notte al coperto nella stazione ferroviaria di Porta Nuova e 32 è stato il numero dei clochard “intercettati” dai due mezzi della Boa Urbana Mobile.

A proposito di scuole, è stato deciso di tenere acceso il riscaldamento anche durante il week-end per evitare problemi alle caldaie e rotture dei tubi (per le scuole comunali provvederà direttamente la Città, per quelle statali è stata inoltrata comunicazione ai dirigenti scolastici).

Infine, il Comune di Torino ricorda l’obbligo per i condomini di pulire i marciapiedi di competenza e di rimuovere il ghiaccio da balconi e grondaie che, in caso di caduta, potrebbe risultare pericoloso per i passanti.

E’ quanto emerso questa mattina nel corso della riunione del “Tavolo coordinamento neve”, a cui hanno preso parte gli assessori Claudio Lubatti (Viabilità), Giuliana Tedesco (Sicurezza urbana), Enzo Lavolta (Ambiente), Elide Tisi (Politiche sociali) e i tecnici delle divisioni Ambiente, Sistemi educativi, Polizia municipale, e delle aziende Amiat e Gtt.

Lascia un commento