Rita Spina, l’Asp di Crotone scagiona medici ed infermieri

Le indagini fatte dall’Azienda sanitaria provinciale di Crotone dopo la morte di Jessica Rita Spina, la diciannovenne deceduta dopo un parto cesareo, ”non hanno evidenziato negligenze o lacune operative, procedurali o di struttura, rilevabili nelle varie fasi assistenziali da parte sia del reparto di ostetricia e ginecologia che da quello di anestesia e rianimazione”.

Lo afferma la Direzione generale dell’Asp secondo cui l’aggravamento e’ stato dovuto ad una dispnea.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin