Positivo il bilancio 2011 del turismo nel Reatino

“Mancano pochi giorni alla chiusura del 2011 e malgrado tutte le difficoltà i dati turistici in provincia di Rieti testimoniano che il nostro territorio sostanzialmente tiene e conferma gli stessi arrivi e le stesse presenze dell’anno precedente. Alcune riviste nazionali, addirittura indicano la nostra provincia tra i territori italiani che hanno registrato in percentuale buoni risultati.

Il 2011 è stato un anno importante per l’assessorato che dirigo e molte sono state le iniziative che abbiamo costruito per incentivare le presenze turistiche e per far conoscere all’esterno il nostro territorio nonché per fare in modo che gli abitanti dello stesso potessero avvertire in se la speranza di un cambiamento turistico.

Dal film Educazione Siberiana di Gabriele Salvatores che ha riempito le strutture ricettive della città nel mese di agosto e novembre, dando lustro alla nostra provincia, che prossimamente potrà essere ammirata in tutte le sale cinematografiche d’Europa. Le produzioni cinematografiche oltre al valore della conoscenza del territorio all’esterno hanno anche dato la possibilità lavorativa, seppur temporanea, a molti disoccupati: operatori del cinema, comparse, autisti, catering reatini hanno così avuto modo di poter offrire i propri servizi in quei periodi.

Per questi motivi abbiamo deciso di continuare a lavoare per fare in modo che arrivino altre produzioni, cosicché Rieti possa diventare una sorta di set cinematografico. In questo contesto si inserisce il lavoro che stiamo preparando per il film Respiri di Alfredo Fiorillo ed altre produzioni in collaborazione con Rai, Mediaset e Roma e Lazio Film Commission.

Con alcuni Circoli didattici, per ampliare le conoscenze degli studenti abbiamo effettuato delle visite guidate nei luoghi di questa provincia, dalle Grotte di Val de Varri a Pescorocchiano a Trebula Mutuesca, alla chiesa di Santa Vittoria, all’Abbazia di Farfa, alla Villa di Vespasiano cosicché i piccoli cittadini possano crescere toccando con mano che questo territorio parla di storia, cultura e tradizioni.

All’esterno abbiamo lavorato, seppur con ridotte risorse a disposizione, promovendo il Week End D’Autore, le Feste d’Autunno e Sabina Vacanze d’Altra Natura, favorendo i nostri luoghi ad entrare in quelli che comunemente vengono chiamati Smart Box, viaggi economici e a breve durata per coppie e famiglie e partecipato alle più importanti fiere nazionali ed estere cercando anche di ampliare il mercato in luoghi non ancora testati, dalla Fiera di Rimini, alla BITSA di Viterbo, alla Fiera di Verona, a quella di Minsk in Bielorussia.

Forte è stato anche l’impegno sulla promozione turistica attraverso la musica contribuendo al Festival Voci che Chiamano, Musica e Solidarietà, al Fara Music Festival, Premio Poggio Bustone, e organizzato il concerto de “Le Orme” al Teatro Flavio Vespasiano e il concerto di Francesco Guccini che ha avuto una grandissima risonanza in tutto il Centro-sud Italia, essendo la data più a sud che il cantautore ha effettuato.

Dello stesso tenore è stato l’incontro con Gigi Proietti, per la chiusura del Cammino dei Racconti, al Teatro Flavio Vespasiano è stato un evento che ha portato Rieti al centro della cultura .

Abbiamo contribuito alle storiche manifestazioni cittadine che rischiavano di sparire, dal Carnevale nel centro d’Italia alla Festa del Sole 2011 creando il Villaggio nello storico quartiere di San Francesco e nel Chiostro il Festival del teatro Popolare giunto alla 4’ edizione. Lo abbiamo fatto credendo che ogni territorio debba necessariamente ripartire dalle proprie tradizioni per poter essere apprezzato all’esterno.

Sulla stessa linea abbiamo collaborato al Palio dei Somari di Amatrice, alle Sagre piu’ rappresentative, dalla patata di Leonessa alla porchetta di Poggio Bustone e alla caratteristica Amatriciana.

Sul Terminillo abbiamo contribuito alla Mostra convegno sull’incidente aereo della Sabena e alla presentazione del libro di Giuliano Rossi e Franco Ferriani “Una montagna di Ricordi” nonché all’assegnazione da parte del Forum Nazionale dei Giovani alla denominazione “Meraviglia Italiana 2011”.
Con la vicina Terni, oltre ad essere stati premiati come Destinazione Eden, destinazione Europea di Eccellenza del Turismo Acquatico abbiamo partecipato alla costruzione del circuito dei presepi viventi ed artistici Umbria e Sabina ed insieme al comitato Cittadino Festa del sole abbiamo organizzato il 25’ Concorso per la libera realizzazione di un presepe.

Un importanza strategica l’ha avuta il turismo rurale in provincia, con la promozione televisiva delle nostre strutture agrituristiche nei circuiti regionali e nazionali favorendo la conoscenza e la possibilità di utilizzare la Sabina come territorio di vacanza.

Abbiamo permesso ai nostri giovani di partecipare alla Giornata Mondiale della Gioventù a Madrid ed ospitato giovani giapponesi a Rieti nel legame che si rafforza tra Rieti e Ito e intrapreso rapporti commerciali e scolastici con il progetto “La Sabina Altrove” presso la Camera di commercio di Amburgo e a Londra.

L’anno è stato chiuso con l’iniziativa “Chiese Aperte in Provincia” che si è svolta il 17 e 18 Dicembre e con il Presepe di Greccio.

Una serie di iniziative che, insieme quelle che organizzeremo nel 2012, è possibile consultare il nostro portale www.rietiturismo.eu

Il 2011 è stato un anno in cui abbiamo lavorato senza sosta per ricomporre il quadro del turismo nella nostra provincia, per tessere rapporti con le associazioni di Categoria, con le Agenzie di Viaggio e Tour Operator, con le Associazioni Pro Loco, con i 73 Comuni che ringrazio. La collaborazione è stato l’elemento che dovrà far crescere questo territorio e farlo uscire da questo isolamento”.

E’ quanto dichiara l’assessore alle Politiche turistiche della Provincia di Rieti, Alessandro Mezzetti.

Lascia un commento