Arrestato con gli abiti sporchi di sangue Loris Gagliano il mostro di Licodia Eubea

L’hanno trovato sul lungomare Maccari di Acate in provincia di Ragusa. Loris Gagliano, il giovane che stamattina ha assassinato la ex fidanzata e il nonno della ragazza al culmine di una lite passionale, è stato bloccato dai carabinieri del paese che lo hanno notato con gli abiti ancora sporchi di sangue.

Da stamattina vagava per la provincia di Ragusa a bordo della Ford Ka con la quale aveva lasciato Licodia Eubea, il paese dove Stefania Noce viveva assieme alla sua mamma che è separata e ai nonni. Loris stamattina ha ucciso per prima la ragazza che non lo voleva più dopo una relazione durata quattro anni. Poi il nonno della giovane vittima, che in qualche modo si era intromesso nella loro relazione e infine si è scagliato contro la nonna, ferendola all’addome.

Il giovane, in via Cairoli, nel centro del paese, al culmine di una violenta lite ha imbracciato il coltesso e si è scagliato contro l’ex fidanzata, Stefania Erminia Noce, di 24 anni.

Sentite le grida da parte della nipote, il nonno della ragazza, Paolo Miano, di 71, è intervenuto e neppure per lui c’è stato scampo. Gagliano dopo avere ucciso per la prima volta, ha continuato la sua missione assassina inveendo contro il pensionato.

Poi è stata la volta della nonna Gaetana Ballirò di 72 anni, che si è miracolosamente salvata malgrado Gagliano l’avesse colpita all’addome, con la stessa arma con cui ha ucciso l’ex fidanzata e suo nonno. Il giovane con i vestiti insanguinati è sceso in strada, e si è allontanato a bordo della Ford ka con la quale aveva raggiunto Licodia Eubea da Caltagirone, il paese quest’ultimo dove, abitava.

Lascia un commento