A Tropea Nicola Giangone si frattura le gambe per sfuggire all’arresto

Quando i Carabinieri hanno bussato alla porta della sua abitazione, a Tropea, in provincia di Vibo Valentia ha tentato di sfuggire all’arresto, lanciadosi giù dal balcone di casa. L’impatto con l’asfalto gli è però costato la frattura di entrambe le gambe.

Ora Nicola Giangone, 24 anni, destinatario di una delle ordinanze emesse dalla dda di Catanzaro nell’ambito dell’operazione “Cerbero” ed eseguita all’aba dai Carabinieri, si trova ricoverato nell’ospedale cittadino.

La misteriosa apparizione della Madonna a Cetraro

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin