Roma è Capitale del lavoro in nero

Un triste primato per la Capitale d’Italia in fatto di lavoro sommerso. Nei primi otto mesi dell’anno i finanzieri del Comando provinciale di Roma hanno, infatti, scoperto 269 lavoratori in nero e 1.747 irregolari. All’impiego di tale manodopera è corrisposta la rilevazione di 7 milioni di euro di compensi erogati in nero che ora verranno recuperati a tassazione dall’Agenzia delle Entrate. Tra i settori economici più interessati dal fenomeno, trasporto delle merci su strada, bar, ristoranti, pulizie, facchinaggio, commercio all’ingrosso di materiali di recupero e discoteche.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin