Lazio in campo per brillare anche in Europa

129

Onorare l’impegno continentale, dando seguito al buon primo tempo di Milano. La Lazio di Edy Reja fa il suo esordio nella fase a gironi di Europa League, contro la squadra che sta salendo rapidamente alla ribalta del calcio rumeno. Il Vaslui, fondato nel 2002, è arrivato praticamente subito ai vertici del campionato nazionale, chiudendo al terzo posto nelle ultime due stagioni. Il tecnico goriziano vara un turnover abbastanza moderato, cambiando però quasi certamente modulo: due punte di ruolo (Rocchi-Cissè) coadiuvate sugli esterni da Gonzalez e Sculli, per un 4-4-2 che vedeLedesma e Matuzalem nel cuore del campo. In difesa Diakitè affianca Dias, con Zauri eLulic sulle corsie (da verificare chi andrà a destra e chi a sinistra). Tra i pali spazio aMarchetti, squalificato in campionato a San Siro. Gli ospiti, allenati da Hizu, presentanoCerniauskas in porta e una squadra disposta presumibilmente con un 4-1-4-1. Zmeu terzino destro, Milanov sull’out opposto e la coppiaBalaur (centravanti adattato centrale difensivo in emergenza)-Farkas in mezzo. A centrocampo Pavlovic sarà la diga centrale, con Wesley e Sanmartean intermedi e Adailton, vecchia conoscenza italiana, e Milisavljevic ad innescare l’unica punta Temwanjera. Dirige l’incontro l’olandese Braamhaar.