Pisa, Bernardo Bendettini uccide il padre Maurizio e poi si toglie la vita

145

Un uomo di 44 anni la scorsa notte ha ucciso il padre con due colpi di pistola e poi ha rivolto l’arma verso se stesso e si è tolto la vita. L’episodio è avvenuto in un garage pubblico in via Pascoli, nel centro di Pisa. Le vittime sono Maurizio Bandettini, noto dentista di 74 anni, e il figlio Bernardo di 44 anni, ricercatore presso la facoltà di Odontoiatria dell’Università di Pisa. Sull’episodio indagano i carabinieri. I due uomini si erano probabilmente dati appuntamento nel garage e il più giovane ha sparato due colpi al padre mentre si trovava seduto sul sedile posteriore dell’auto, poi si è sparato alla testa. Bernardo, stando alle prime ricostruzioni, non avrebbe mai condiviso la nuova relazione che il padre, dopo essersi separato dalla moglie, aveva intessuto con una donna rumena, dalla quale era nata una figlia. Bernardo Bandettini soffriva da tempo di depressione, probabilmente legata alla separazione del padre da sua madre, avvenuta molti anni fa quando era ancora piccolo e quando Maurizio lasciò Pisa per sposare un’altra donna, deceduta lo scorso anno per una malattia, e vivere a Livorno.