Roma Capitale, allarme tubercolosi al policlinico Gemelli

Allarme nella Capitale. Un’infermiera del policlinico Gemelli che lavora nel reparto di neonatologia, dove vengono accolti i bambini subito dopo la nascita, è stata sospesa dall’incarico dopo avere scoperto di essersi ammalata di tubercolosi. Per ragioni precauzionali oltre mille bambini nati nella struttura da marzo fino metà luglio verranno richiamati per essere sottoposti a controlli a partire da oggi in un ambulatorio dedicato. La donna è ora in cura con una terapia antitubercolotica nella propria abitazione ma, vista la delicatezza del suo incarico, in accordo con l’assessorato alla Sanità della Regione Lazio, è stato deciso di avviare i test sui piccoli.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin