Roma, Menez via Vucinic quasi De Rossi non si muove Pastore non arriva

Questo, in estrema sintesi, il pensiero di Walter Sabatini sul mercato della Roma. Il direttore sportivo giallorosso ha fatto il punto sulla situazione di acquisti e cessioni. Sulla prossima partenza di Jeremy Menez, a un passo dal Paris Saint-Germain, Sabatini ha precisato che “è stata una scelta dolorosa. Ancora non è stato ceduto, gli ho dato il permesso di lasciare il ritiro e di andare ad incontrare il Psg, ma manca ancora l’ok. Mi dispiace non aver potuto lavorare con lui”. Un altro addio potrebbe essere poi quello di Mirko Vucinic, cercato dalla Juventus: “Potrebbe essere un’operazione dolorosa. È un calciatore molto forte, ma è probabile che se ne vada. È una possibilità molto concreta, cercheremo di sostituirli nel migliore dei modi”. Netta poi la presa di posizione su Daniele De Rossi, col contratto in scadenza nel 2012: “Non è oggetto di trattative, non è mai stato messo sul mercato – le parole di Sabatini -. C’è una negoziazione in corso che stiamo portando avanti con lui e il suo entourage. Ripeto, non faremo trattative per lui”. Anche a rischio di perderlo a parametro zero, come capitato con Mexes: “Siamo pronti a correre il rischio, ma preferisco fare una trattativa lunga e dolorosa piuttosto che farlo partire oggi. Non è sul mercato e la società farà di tutto per trattenerlo”. Nessuna pazzia in programma invece per strappare Javier Pastore al Palermo: “Pastore è un calciatore speciale, vede le linee oscure di passaggio. Ma non è un calciatore che potrà venire alla Roma. Non mi piace riproporre calciatori, e poi appartiene a un mercato che la Roma non deve percorrere in questo momento. Secondo me, comunque, la Roma presto si accorgerà di aver già fatto il proprio scoop. Di chi parlo? Di Lamela, che è stato tesserato da comunitario”. “Il mio obiettivo è chiaro: voglio essere felice giocando al calcio. Questa possibilità mi è stata offerta dalla Roma e per questa maglia darò tutto. Mi impegnerò al massimo e farò tutto il possibile per questa squadra”. Bojan Krkic si presenta così al suo primo giorno da nuovo giocatore della Roma. L’attaccante, che ha sostenuto questa mattina il primo allenamento nel ritiro di Riscone di Brunico, non ha voluto parlare dei problemi avuti al Barcellona con Guardiola (“è passato, voglio pensare solo alla Roma, lascio da parte le polemiche”), mentre ha ringraziato il tecnico asturiano per averlo espressamente voluto in giallorosso: “Luis Enrique è stato determinante per il mio trasferimento. È un grande stimolo sapere di godere della fiducia del mister”.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin