Infinito, chiesto venti anni di carcere per il boss Alessandro Manno

La Dda di Milano ha chiesto 118 condanne fino a 20 anni di reclusione per gli imputati del processo scaturito dall’inchiesta ‘Infinito’. L’operazione, del luglio 2010, porto’ ad oltre 170 arresti in Lombardia, sradicando le infiltrazioni della ‘ndrangheta sul territorio e svelando i contatti delle cosche col mondo imprenditoriale e delle istituzioni. In particolare, il pm ha chiesto 20 anni di reclusione per Alessandro Manno, capo di una delle quindici ‘locali’ (cosche) della ‘ndrangheta.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin