Salerno, il PdL contesta la violazione dello statuto comunale

“Oggi nella prima riunione della commissione permanente statuto e regolamento, sono stato costretto a far rilevare che la nomina dei componenti  delle commissioni è stata fatta in violazione e spregio dell’art. 18 dello Statuto di Salerno che prevede uno specifico regime di incompatibilità tra la carica di Vicepresidente del Consiglio e quella di componente delle  commissioni consiliari. In particolare risulta illegittima la nomina del vicepresidente del Consiglio nella prima, sesta, settima, ottava e nona commissione. Siccome ho appreso dell’odierna riunione solo nella tarda serata di ieri non ho potuto nemmeno condividere queste osservazioni con  i membri del mio gruppo consiliare e degli altri esponenti dell’opposizione. Non si tratta di mere questioni formali! Ma si tratta di norme e regimi di incompatibilità che esistono per garantire il migliore funzionamento dell’amministrazione comunale nell’interesse supremo della città tutta!!! Già durante il  primo Consiglio comunale ho fatto rilevare che si è proceduto alla discussione di un argomento senza che lo stesso fosse inserito nell’ordine del giorno in violazione dell’art. 14 del Regolamento per le adunanze consiliari. In quella sede, però, non ho chiesto la verifica di compatibilità amministrativa che avrebbe bloccato i lavori del Consiglio comunale solo per senso di responsabilità e nell’interesse della città che prevale rispetto agli interessi di parte. Il rispetto delle regole è il sale della democrazia. I politici che credono di migliorare le società e di portare avanti “battaglie di civiltà” lo facciano nel rispetto delle regole perché altrimenti contribuiscono a costruire società vuote e  prive di senso civico. Io continuo a credere in una politica diversa che ponga al centro l’interesse della collettività. Con questo spirito  esprimo totale dissenso politico rispetto alla nomina della presidenza della commissione trasparenza. Laddove regolamenti e prassi istituzionali prevedono spazi per l’opposizione nell’interesse della città tali spazi sono stati occupati da esponenti politici che solo formalmente sono all’opposizione ma che nel primo consiglio comunale hanno votato a favore del programma di mandato del sindaco”. E’ quanto scrive in una nota stampa  il consigliere comunale Capo Grupp del Pdl Principe Arechi, Raffaele Adinolfi.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin